Montefeltro Vedute Rinascimentali

E’ il Montefeltro ad aver ispirato famose opere di celebri pittori del Rinascimento come Piero della Francesca, Leonardo da Vinci e Raffaello.

E’ su questa sensazionale scoperta di storia dell’arte che Davide Barbadoro fa nascere e sta sviluppando un progetto di promozione territoriale e turistica unico nel suo genere.

Le studiose Rosetta Borchia e Olivia Nesci, definite “cacciatrici di paesaggi”,  hanno ritrovato a partire dal 2007, nel Montefeltro tra Emilia-Romagna, Marche e Toscana i fondali di famosissimi dipinti rinascimentali.

L’avventura è iniziata con l’individuazione di un primo elemento del fondale che è alle spalle di Federico da Montefeltro, nel Dittico dei Duchi di Urbino di Piero della Francesca (esposto alla Galleria degli Uffizi, Firenze), che vede come sfondo la Vallata del fiume Metauro, nel territorio dell’antico Ducato di Urbino.

L’approccio metodologico, assolutamente innovativo, sperimentato per la prima volta su paesaggi  pittorici,  pone  le  basi  scientifiche  per  le  future  indagini  che  porteranno  al ritrovamento di altri sfondi di opere pierfrancescane in tutto il territorio del Montefeltro (San Gerolamo e un devoto, Il Battesimo di Cristo, La Natività e La Resurrezione).

I fondali rappresentati, infatti, riconducono ai paesaggi che Piero incontrava negli abituali percorsi che dalla sua Sansepolcro lo portavano alle Corti di Urbino e di Rimini.

Dopo la pubblicazione de “Il Paesaggio Invisibile, (Il Lavoro Editoriale Ed.) le studiose presentano le loro ricerche a convegni nazionali ed internazionali e pubblicano su numerose riviste scientifiche.

Da queste scoperte è nato Montefeltro Vedute Rinascimentali (MVR), un progetto di grande interesse storico, culturale e dagli indubbi risvolti turistici che, in questi anni, è stato presentato con successo in diversi contesti istituzionali  e culturali  con conferenze ad Amsterdam, Londra, Sofia, Lione, Manama, Helsinki, Cracovia, Beirut, cui seguiranno Parigi e Joahnnesburg nel 2019, grazie alla collaborazione degli Istituti Italiani di Cultura.

I luoghi da cui si può godere della vista sui paesaggi rinascimentali, “Balconi Rinascimentali”, sono sette e creano un Museo diffuso tra valli, colline, rupi e alti rilievi.

Dal 2013 vengono organizzate visite guidate ed eventi con ospiti d’eccezione: Piero Della Francesca, interpretato da un attore professionista, arriva a cavallo e racconta se stesso, i paesaggi, il suo viaggio, le sue opere.

Il Montefeltro, famoso per gli scenari naturali di grande bellezza e fascino, ammirato da Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, (che definisce la Valmarecchia, «la valle più bella d’Italia») profondamente amato anche da Tonino Guerra e Umberto Eco, diventa una nuova meta di conoscenza, un’eredità del passato da trasmettere alle generazioni future, che va difesa, tutelata, conservata e valorizzata.

Restiamo in contatto!
Compila il form per richiedere informazioni o ricevere aggiornamenti sulle nostre iniziative